Stella Jean, Marina Tabacco e la magia dakaroise

di Stefania Ragusa

Una piccola storia di collaborazione e creatività, che ci ricorda come l’arte e la moda possano varcare i confini e attraversare le frontiere. Protagoniste: due donne. Una stilista italo-haitiana e una pittrice torinese (di Moncalieri, precisamente) con il cuore in Senegal.

La stilista è Stella Jean, conosciuta e apprezzata per il métissage che caratterizza le sue creazioni e la versatilità con cui fa coesistere nei suoi modelli ispirazioni diverse. Pur non avendo in senso strettamente anagrafico origini africane, Stella Jean si è sempre mossa nell’orbita afroitaliana, prestando una grande attenzione al tema della moda etica, alla valorizzazione delle radici e al dialogo tra le culture. La sua ultima collezione, presentata a Milano in occasione della Fashion Week settembrina,  ha visto per esempio la partecipazione delle donne Kalash, attraverso il progetto Emerging Pakistan. I suoi capi sono stati indossati da star come Rihanna e Beyoncé.

Marina Tabacco davanti allo sfondo “Dakar”

La pittrice è Marina Tabacco, che si divide tra un lavoro d’ufficio, i pennelli e l’amore per l’Africa. Negli anni Marina ha molto viaggiato, dedicandosi in particolare a un progetto di solidarietà in Casamance, regione del Senegal  al confine con la Guinea-Bissau. Nei suoi quadri molto spesso ha riproposto luci, colori e simboli del Senegal, in una sorta di ripetitività narrativa che è diventata la cifra del suo stile.
L’anno scorso ha presentato all’interno del circuito off della Biennale di Dakar una serie di lavori di grande impatto.

 

“Dakar”, il quadro di Marina Tabacco che ha ispirato Stella Jean

Marina, che non è una fanatica delle griffe, un giorno si imbatte in una giacca firmata Stella Jean. Le sembra di ritrovare nel tessuto qualcosa che risuona con i suoi dipinti e il suo modo di vedere. La giacca è in saldo. La compra. Poco dopo scrive a Stella, per metterla a parte di questo acquisto per lei inusuale e le racconta di essere un’artista. Passa un po’ di tempo e Stella risponde. Vorrebbe vedere i quadri di Marina: è possibile? Certamente.

Uno dei modelli della collezione Resort 2020 che riprende il pattern di “Dakar”

Tra questi ce n’è uno , in particolare, che seduce Stella. Si intitola Dakar  e viene scelto  come sfondo (non l’unico ma uno dei vari) della pre-collezione Resort di Stella Jean per il 2020. Non solo: diventa il pattern, con una variazione cromatica, per una serie di capi portati in passerella, con tanto di recensione su Vogue.com

Da un acquisto in saldo è sortita insomma un’originale collaborazione creativa, che ha attraversato lo spazio, il tempo e coinvolto (almeno) tre continenti.

 

 

Stefania Ragusa

Altre letture correlate:

X