Sfoglia la rivista online
Menu

Viaggi

A cura di Marco Trovato – marco@africarivista.it

  • Costa d’Avorio: popoli e culture Un viaggio alla scoperta di un Paese dalle mille sfaccettature, impregnato della spiritualità più autentica, che prende forma in una molteplicità di riti ancestrali e danze iniziatiche accompagnate dal rimo ipnotico e incalzante della musica tradizionale. Dalle aride savane del Nord, alle lussureggianti foreste del Centro, fino alle paradisiache spiagge del litorale atlantico, la Costa ...
  • Tanzania: case sugli alberi Non è necessario vestire i panni di Tarzan per salire sugli alberi e godere, dall’alto, del panorama superbo offerto dalla savana brulicante di animali. Nel nord della Tanzania, nei pressi del Tarangire National Park – celebre per il suo paesaggio verdeggiante popolato da zebre, gnu, kudu minori, gazzelle, eleganti e felini –, il lodge Tarangire ...
  • Namibia: trekking nel canyon Alle estreme propaggini sud-occidentali della Namibia si estende il Fish River Canyon, un maestoso paesaggio di granito e sabbia, disegnato nei secoli dall’omonimo corso d’acqua che confluisce poi nel fiume Orange in Sudafrica. È un territorio di frontiera, severo e desertico, punteggiato da solitarie euforbie candelabro e da superbe formazioni geologiche, i cui colori cambiano ...
  • Zambia: charme coloniale Una tenuta di campagna in perfetto stile vittoriano che si estende su un’area di ventiduemila ettari di verde… nel cuore dell’Africa australe. Questa è Shiwa Ng’andu, sontuosa residenza creata un secolo fa nell’attuale Zambia dall’ufficiale dell’esercito britannico Stewart Gore Brown. Impegnato dal 1910 nei lavori di demarcazione dei confini tra Congo Belga e Rhodesia, Brown rimase ...
  • Senegal: mare e ospitalità Sole e mare a poche ore dall’Italia? È ciò che offre la Petite Côte, in Senegal, una striscia costiera di finissima sabbia lunga 100 chilometri a sud di Dakar. Qui il tratto distintivo della popolazione è riassunto in una parola – teranga – che si può sommariamente tradurre come ospitalità ma che in realtà esprime ...
  • Madagascar: approdi segreti Quarta isola al mondo per estensione, separatasi dall’Africa circa 165 milioni di anni fa, il Madagascar è circondato a sua volta da isole, minuscole e dominate da una natura esuberante, che meritano di essere scoperte. Île Sainte-Marie, al largo della sponda nord-orientale, per lungo tempo fu un covo di bucanieri nonché il nascondiglio prediletto per ...
  • Guinea Equatoriale: paradiso segreto È uno scrigno di tesori naturali dal valore inestimabile, un territorio esteso quanto la Lombardia e popolato da meno di un milione di abitanti, costellato di foreste esuberanti, villaggi solitari, isole vergini. La Guinea Equatoriale è l’ultima frontiera d’Africa. Se l’industria turistica non l’ha ancora colonizzata è per via del suo presidente Teodor Obiang Nguema, ...
  • Mozambico: Ilha, gioiello coloniale Estrema propaggine meridionale del mondo swahili, lunga poco più di due chilometri e larga appena 600 metri, Ilha – Isola – de Moçambique è un’affascinante “macchina del tempo” posteggiata sulla costa settentrionale del Mozambico. Un luogo intriso di storia. Vasco de Gama giunse qui nel 1498 e vi fondò una base commerciale sulla rotta per l’India. ...
  • Marocco: la Valle del Draa e le dune di Zagora L’autunno e la primavera sono i periodi migliori per avventurarsi nel sud del Marocco, regione di grande fascino dove i contrafforti dell’Atlante affondano i piedi nella sabbia del Sahara. L’itinerario può partire da Ouarzazate, una cittadina che pare sospesa nel tempo, famosa per essere stata il set cinematografico di Lawrence d’Arabia, di Star Wars e ...
  • Zambia: un safari tra i pipistrelli È la più grande migrazione di mammiferi al mondo: 10 milioni di pipistrelli lasciano le foreste del Congo, dell’Uganda e del Sud Sudan, e volano verso sud per oltre duemila chilometri fino a raggiungere le praterie paludose del Kasanka National Park, nello Zambia settentrionale. Qui i chirotteri si riposano, si rifocillano, si riproducono. E danno ...
  • Etiopia: sale e lava in Dancalia Paesaggi infuocati, aride distese di sale, vulcani perennemente attivi e geyser sulfurei alimentati da acque roventi. La Dancalia è uno dei luoghi più inospitali del pianeta e, allo stesso tempo, uno dei più affascinanti. Situata a nord dell’Etiopia, questa profonda ferita lungo la direttrice della Rift Valley è una vasta depressione terrestre che in alcuni ...
  • Burkina Faso: in viaggio con l’antropologo Dieci giorni nel Sahel, dal 1° al 10 dicembre, accolti dalla popolazione ospitale e fiera del Burkina Faso (“La terra degli uomini integri”). Accompagnati da una guida d’eccezione, Alberto Salza, antropologo e scrittore, tra i maggiori studiosi di popoli e culture africane. È il programma del viaggio proposto dalla rivista Africa ai suoi lettori: un ...
  • Sudafrica: caverna o castello? Il territorio del Sudafrica è incredibilmente vario e imprevedibile… come le opportunità di pernottamento per i suoi visitatori: si va dai lussuosi lodge del Kruger National Park alle baracche di lamiera – di pessimo gusto – di Shanty Town a Bloemfontein, che ricostruiscono l’habitat in cui vivono le popolazioni degli slum. Restando in tema di eccessi ...
  • Tanzania: sull’isola di Mafia Non fatevi ingannare dal nome. In Tanzania la parola Mafia (pronuncia: mafìa) non ha accezione negativa e indica un minuscolo paradiso terrestre sospeso nelle acque turchesi dell’Oceano Indiano. L’isola si trova a circa 25 chilometri dalla costa, a sud di Dar es Salaam. Meno conosciuta delle vicine Zanzibar e Pemba, è un rifugio intimo e ...
  • Ciad: canyon, laghi e nomadi Attraversato fin dall’antichità da numerose vie carovaniere, il Ciad è un crocevia di popolazioni (oltre 150 le lingue parlate) varie quanto i suoi paesaggi. Il Nord è dominato dal Tibesti, la catena montuosa più elevata del Sahara, e dall’Ennedi, spettacolare altopiano formato prevalentemente da arenarie: vette imponenti, archi, guglie e pinnacoli modellati dall’erosione, coni neri ...