Dal 15 giugno a Genova – Suq Festival

di Valentina Milani

Al via venerdì 15 giugno a Genova il Suq Festival, luogo unico di incontro e dialogo tra culture, riconosciuto “best practice” d’Europa, ideato da Valentina Arcuri e Carla Peirolero, che ne è anche direttrice artistica. Quest’anno taglia il traguardo dei 20 anni dalla nascita con un’edizione speciale animata da una scenografia teatrale con 40 botteghe artigianali da altrettanti paesi, 14 differenti cucine dal mondo, associazioni umanitarie e comunità di immigrati, buone pratiche per l’ambiente e un ricchissimo programma artistico con oltre 100 eventi, tra concerti, incontri, performance, showcooking. Il Suq durerà fino al 24 giugno.

Cuore del Suq (mercato in arabo) è la rassegna Teatro del Dialogo che si svolge su diversi palcoscenici e propone 8 spettacoli, di cui 3 produzioni Suq e un appuntamento alla frontiera di Ventimiglia in omaggio ad Alessandro Leogrande.

Tra gli eventi teatrali di spicco, la prima nazionale dello spettacolo ‘Una sottile voce di silenzio Domande laiche sul religioso tra parole e musica rock’, della Compagnia del Suq (16, 17. 18 giugno – Chiesa di San Pietro in Banchi), progetto che vede la firma di Roberta Alloisio, artista indimenticabile e colonna storica del Suq scomparsa nel 2017; e ancora ‘Colloqui d’amore’, di e con Gabriele Vacis, che porta in scena un gruppo di migranti e rifugiati (23 giugno Isola delle Chiatte), ‘La frontiera a Ventimiglia’, evento teatrale dedicato ad Alessandro Leogrande, con Goffredo Fofi, Mohamed Ba (30 giugno, Museo Preistorico Balzi Rossi Ventimiglia) e gli artisti della Compagnia del Suq. Un progetto di Carla Peirolero.

Per la musica vanno segnalati: la Piccola Orchestra di Tor Pignattara, nell’ambito del Cartellone MigrArti2018 (15 giugno); il concerto di Teresa de Sio (20 giugno); il Coro delle Mondine ensemble tradizionale unico e originale tutto al femminile (19 giugno); Baba Sissoko in concerto con la figlia Djana Sissoko (23 giugno); Doyenne Dj set, concerto conclusivo del SUQ tutto al femminile, tra hip hop, trap, dance hall e afrobeats (24 giugno). Una novità, è la presenza dei Soggetti Smarriti con Andrea Di Marco per una serata di cabaret tutta da ridere con il loro Manuale (comico) del bravo genovese (17 giugno).

Per quanto riguarda gli incontri, presenteranno i loro ultimi libri al Festival Gabriele Del Grande, Marco Aime e Omar Rizq. Ma di libri e letture si parlerà in molti modi e con tanti appuntamenti anche nella Tenda dei libri e delle letture, una tenda marocchina all’ingresso del Suq, arredata con tappeti e tavolini. Uno spazio reso vivo grazie alla collaborazione con case editrici e associazioni.

Il 22 e 23 giugno, in occasione dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale, il Festival sarà sede di un evento satellite di ArtLab18, rassegna sul management culturale, curata da Fondazione Fitzcarraldo, tra gli highlights del calendario ufficiale di Commissione Europea e MiBACT

Per approfondire la cultura del cibo, motivo di grande attrazione al Suq grazie alla sua offerta gastronomica davvero insuperabile, il Suq proporrà showcooking ispirati al tema Il cibo italiano dialoga con il mondo, a cura di Chef Kumalé.

La V edizione del Premio Agorà, ideato da Suq, insieme alla rete internazionale Med 21 e in collaborazione con Museo Luzzati, quest’anno verrà assegnato a Rai Radio 3 Mondo e a Radio Orient (Parigi). A ritirarlo le curatrici dei Radio 3 mondo Cristiana Castellotti e Anna Maria Giordano, e per Radio Orient, la giornalista di origini algerine Nadia Bey. Il premio è destinato a chi, attraverso l’arte o l’informazione, favorisce la conoscenza e il dialogo tra sponde.

www.suqgenova.it

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X