Egitto: un’enorme nave cargo blocca il Canale di Suez

di Valentina Milani
Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Era diretta a Rotterdam la nave container che, proveniente dalla Cina, si è arenata nel Canale di Suez, bloccando il traffico marittimo in una delle vie più trafficate al mondo. Stando a quanto reso noto dalla compagnia di navigazione Gac, la nave da 200.000 tonnellate si è incagliata dopo un blackout. La Ever Given è enorme: lunga 400 metri, larga 59 metri, e può trasportare fino a 20.000 container. 

Come ha riferito l’Autorità egiziana del Canale di Suez (Sca) sono in corso operazioni per far riprendere la navigazione alla gigantesca nave portacontainer, una delle più grandi al mondo, che si è incagliata di lato mentre attraversava il canale. In una nota riportata dai media egiziani, si precisa che sono otto i rimorchiatori impegnati a raddrizzare la nave panamense.

La causa dell’incidente sarebbe da ricercare nelle condizioni meteo: “Dalle prime ore di martedì, l’Egitto è stato investito da una tempesta di sabbia, con forti venti che hanno raggiunto i 40 nodi”, si precisa nel comunicato. L’azienda di trasporti taiwanese Evergreen Marine che gestisce la nave ha fatto sapere di aver appreso dall’armatore che “si sospetta che sia stata colpita da un forte vento improvviso, che ha fatto deviare lo scafo, che ha poi colpito accidentalmente il fondo e si è arenato”. La Bsm, che si occupa dell’equipaggio e delle questioni tecniche, ha fatto sapere che non ci sono state segnalazioni di feriti o danni.

Da parte sua,  la compagnia di navigazione Gac ha riferito di un blackout. Sempre la Gac ha precisato che sono circa 15 le navi dirette a nord e bloccate dietro l’Ever Given. Ferme anche altre navi dirette a Sud. Un funzionario ha detto all’emittente locale Cairo24 che potrebbero volerci due giorni per liberare la portacontainer.

Il presidente della Sca, Osama Rabie, ha fatto sapere che nel frattempo la navigazione è stata dirottata nel vecchio canale, dove sta procedendo normalmente. “L’autorità sta facendo il massimo per garantire la regolarità del passaggio delle navi al servizio del commercio internazionale”, ha sottolineato nella nota.

Circa il 12% del volume degli scambi mondiali passa attraverso il canale che collega l’Europa e l’Asia. L’Autorità del Canale di Suez è una delle principali fonti di valuta forte per l’Egitto. 

Condividi

Altre letture correlate: