9 gennaio – Amiri Baraka

di Pier Maria Mazzola

† 2014. Everett LeRoi Jones – poeta, drammaturgo, scrittore e critico musicale statunitense – prese il nome di Amiri Baraka con la conversione all’islam, avvenuta dopo la morte di Malcolm X (1965), quando si unì alla Black Revolution. Fu attivo nel Black Arts Movement, “braccio culturale” del Black Power.

«Nelle forme e nel contenuto dell’estetica nera, in ogni sua componente storica o culturale sono racchiusi la volontà, il desiderio, l’evocazione di libertà. Monk parlava proprio di questo. Libertà! Bird, Trane, Duke, Sassy, Bessie… Una depoliticizzazione dell’estetica afroamericana comporta il suo distacco dall’esistenza effettiva degli afroamericani. Senza il dissidio, la lotta, l’involucro del contenuto, non ci può essere né un’estetica nera né blu, ma solo un’estetica di sottomissione, per denaro o a causa dell’ignoranza e della depravazione ideologica». (A. Baraka)

Altre letture correlate:

X