Egitto – Copti e musulmani insieme nella festa di Maometto

di Enrico Casale
islam

Nella provincia egiziana di Minya, teatro dell’ultima strage di cristiani copti ortodossi, il delirio jihadista non annienta le manifestazioni di prossimità e amicizia che connotano tradizionalmente la convivenza tra egiziani di fede cristiana e islamica.

Proprio a Minya, in occasione della festa del Mawlid (la nascita) del Profeta Muhammad, il copto Imad Gerges, proprietario della pasticceria più famosa della città, ha fatto diffondere i canti religiosi che ricordano l’evento della nascita dell’iniziatore dell’islam, e ha onorato la festa dei suoi connazionali musulmani vendendo anche i dolci tipici della festività islamica. La città ha iniziato a celebrare il Mawlid la notte tra lunedì e martedì 20 novembre con manifestazioni e marce procedute da sbandieratori e tamburini, con la presenza degli anziani e dei bambini.

Anche nella scuola delle suore francescane a Beni Suef, la superiora suor Veronica Najee, insieme alla direttrice, suor Nivina Halal e alle loro consorelle, hanno distribuito i dolci in onore degli studenti e dei professori musulmani, coinvolgendo nei festeggiamenti per il Mawlid di Muhammad anche gli studenti cristiani della scuola.

Altre letture correlate:

X