Un hamman in casa mia

di Matteo Merletto
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Chiunque sia entrato nel Medina Oriental Design, nel quartiere Salario di Roma, via Alessandria 121, non ha dubbi: è come entrare in un suq nordafricano. La proposta originale che arriva da questo negozio è dare al proprio bagno o alla propria cucina il look mediorientale grazie alle piastrelle: in ceramica, artigianali e dipinte a mano, o in terracotta, come quelle del villaggio berbero di Sejenen, realizzate con un antico metodo di cottura.

Per completare l’arredamento ci sono anche lavabi colorati, e mobili nuovi o antichi, come le vecchie porte berbere; lampade in ferro e vetro, specchi, tappeti e tessuti in seta di agave, bicchieri e lumi egiziani in vetro soffiato, monili tuareg e berberi, pantofole marocchine: tutto proviene dai luoghi di produzione, dal Marocco, dalla Tunisia, dall’Egitto, fino ad arrivare al Niger, all’Etiopia e alla Palestina. Almeno due volte l’anno, le proprietarie si recano nei villaggi e incontrano gli artigiani locali. Nel retrobottega, un laboratorio artigianale realizza lavori su misura, mentre una porta antica apre il passaggio a un vero hammam.

Sito web: www.medinaorientaldesign.com

(Sara Milanese)

Altre letture correlate:

X