Tanzania – 150 morti nel naufragio del traghetto

di Enrico Casale
Tanzania Ferry Capsizes

Sale a 150 morti il bilancio del ribaltamento di un traghetto nel Lago Vittoria in Tanzania. Lo riferiscono le autorità. Si teme ci siano ancora dispersi. Secondo fonti ufficiali, il numero delle persone annegate potrebbe tuttavia essere superiore a 200. Le ricerche dei dispersi e le attività di salvataggio sono riprese in mattinata dopo essere state sospese nella notte.

Secondo le prime ricostruzioni, la nave sovraccarica si sarebbe rovesciata quando gente a bordo si è spostata su un lato.  I media locali riferiscono che la capacità ufficiale del traghetto era di 100 persone ma la nave trasportava più di 400 passeggeri quando si è capovolta.

Papa Francesco ha inviato un telegramma di cordoglio per le vittime del naufragio di un traghetto sul Lago Vittoria, in Tanzania. Il messaggio è stato trasmesso alle autorità civili ed ecclesiastiche, a nome del Pontefice, dal cardinale segretario di Stato Pietro Parolin. «Rattristato dall’apprendere del tragico incidente del traghetto sul Lago Vittoria, vicino alla costa dell’isola di Ukara», il Papa «esprime la sua sentita solidarietà a quanti piangono la perdita dei loro cari e a quanti temono per le vite di coloro che ancora mancano».

Un messaggio di cordoglio è stato inviato anche dal capo dello Stato Mattarella al presidente John Pombe Joseph Magufuli: «Ho appreso con profonda tristezza la notizia dell’incidente che ha coinvolto il traghetto “Nyerere” nei pressi dell’isola di Ukala. In questa tragica circostanza l’Italia è vicina all’amico popolo tanzaniano, con sentimenti di profonda partecipazione al dolore delle famiglie delle vittime e dei dispersi. Il nostro pensiero va anche ai feriti, cui auguriamo un pronto e completo ristabilimento. Voglia accettare, signor Presidente, l’espressione del più sincero cordoglio del popolo italiano e mio personale».

Altre letture correlate:

X