Puntland e Somaliland alla prova del voto

di Enrico Casale
somaliland voto
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Se il processo elettorale a livello federale sta vivendo un’impasse, i singoli Stati somali si stanno invece muovendo. Somaliland, Stato indipendente ma non riconosciuto a livello internazionale, e Puntland, regione semiautonoma del Nord-Est, stanno pianificando il voto per eleggere i loro rappresentanti locali.

Nel Puntland, il presidente Said Abdullahi Deni, ha promesso di tenere a breve elezioni dirette (non mediate dai clan come a livello federale). Secondo quanto riporta il sito locale Garowe online, Guled Saleh, presidente della Commissione elettorale di transizione, ha dichiarato che i preparativi per il voto saranno completati entro la fine di quest’anno, aggiungendo che la macchina logistica è già stata messa in moto per consentire la registrazione degli elettori e sessioni di formazione civica della popolazione.

A inizio maggio, la registrazione degli elettori è iniziata in tre distretti: Eyl, Ufeyn e Qardo. Se il processo continuerà, entro ottobre tutte le regioni del Puntland potrebbero aver completato la registrazione.

In Somaliland, il 12 luglio 2020, i tre principali partiti politici del hanno raggiunto un accordo per lo svolgimento delle elezioni parlamentari e locali entro la fine di maggio 2021. La Commissione elettorale ha già pubblicato i nomi di tutti gli elettori registrati nei seggi elettorali: 1,3 milioni di cittadini potranno esercitare il loro diritto eleggendo i loro rappresentanti.

Condividi

Altre letture correlate: