La quotidianità del Cairo in una galleria

di Marco Simoncelli

Un piacevole senso di nostalgia si è diffuso tra gli abitanti del Cairo da quando in città è stata aperta una galleria d’arte che raffigura la vita di tutti i giorni.

Casa di 18 milioni di persone, la capitale egiziana è conosciuta per le sua strade frenetiche e nel corso degli anni è diventata un hub per cittadini provenienti da tutto il mondo. Nel frattempo molte caratteristiche si sono cementificate e divenute tipicamente egiziane.

Questi simboli sono ora esposti nei scaffali e sui muri della Cairopolitan Art Gallery che funge anche da negozio per la vendita di alcuni oggetti e opere simboliche. Di ogni ogetto viene fornita la storia e il simbolismo che lo lega alla città e alla cultura egiziana.

Ahmed Hefnawy, fondatore della galleria, ha selezionato una serie di oggetti che rappresentano elementi iconici della vita di tutti i giorni nella grande città.  “Non importa di che cosa si tratta ma del significato che ha per la vita della città. Questo va preservato”, ha affermato Hefnawy, cha aggiunge di aver estratto questi oggetti dal caos per ridargli valore.

 

 

Condividi

Altre letture correlate: