Libia | Al-Sarraj arriva a Roma

di Enrico Casale
libia

Dopo il mancato incontro di mercoledì 8 gennaio, il presidente del consiglio Giuseppe Conte e il premier libico Fayez al-Sarraj si incontreranno oggi a Palazzo Chigi. Lo ha dichiarato all’agenzia Ansa l’ambasciatore libico presso l’Unione europea Hafed Gaddur, precisando che è stato il primo ministro italiano a invitare ufficialmente Sarraj a Roma.

Il processo di avvicinamento è iniziato nei giorni scorsi quando il ministro dell’Interno di Tripoli, Fathi Bashagha, ha avuto un incontro «con una delegazione Usa» a Roma. Da quel momento, sfruttando le aperture libiche, la rete diplomatica italiana si è messa in moto per riparare la gaffe del mancato summit.

Questo incontro è solo una parte della tela di relazioni che il governo di Conte sta cercando di tessere per costruire una pace duratura in Libia, recuperando un ruolo sullo scenario nordafricano che sembra in questi giorni occupato dalla Russia (alleata di Haftar) e dalla Turchia (sostenitrice di al-Sarraj). Dopo il colloquio con Sarraj, Conte ha in preparazione una visita in Turchia da Recep Tayyip Erdogan, lunedì mattina. Nel pomeriggio dello stesso giorno è previsto poi uno spostamento al Cairo per vedere il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi.

Intanto, sul terreno, le milizie di Haftar stanno portando avanti un’offensiva che, stando a informazioni frammentarie e difficili da verificare, si concentra al momento attorno a Sirte e sulla stessa capitale libica. Ma, accanto alle armi, nel Paese nordafricano si gioca anche una guerra di propaganda: come l’annuncio, seguito da smentita, di un attacco all’accademia militare di Misurata, o il presunto sequestro del premier Sarraj al rientro ieri da Bruxelles, seccamente smentito.

 

Altre letture correlate:

X