Tensioni tra Kenya a Somalia

di Marco Trovato
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Il governo somalo ha richiamato il suo ambasciatore in Kenya, Mohamud Ahmed Nur Tarzan, accusando il Paese di ingerenza politica. La Somalia ha chiesto anche all’ambasciatore keniota in Somalia, Lucas Tumbo, di lasciare il Paese “per consultazioni”.

La Somalia accusa il Kenya di fare pressioni sullo Stato federale dell’Oltregiuba affinché respinga un accordo elettorale raggiunto il 17 settembre, sulle prossime elezioni fissate per il mese prossimo. “Il governo ha preso questa decisione preservando la sua sovranità nazionale dopo che è emerso che il Kenya stava deliberatamente interferendo negli affari della Somalia, in particolare nell’Oltregiuba”, ha detto in una dichiarazione Mohamed Ali Nur, segretario permanente del ministero degli Esteri. “Il governo esprime il suo rammarico per le palesi ingerenze negli affari interni e politici della Repubblica Federale di Somalia che hanno il potenziale per essere un ostacolo alla stabilità, sicurezza e sviluppo dell’intera regione”, ha concluso il segretario permanente del ministero degli Esteri.

Il Kenya appoggia l’amministrazione di Ahmed Mohamed Islam meglio noto come “Madobe” nell’Oltregiuba, per ragioni di sicurezza e interessi regionali.

Condividi

Altre letture correlate: