Ruanda – Inaugurata la prima “coding school” nazionale

di Marco Simoncelli

È stata inaugurata ufficialmente alla presenza del ministro per l’Istruzione primaria e secondaria, Isaac Munyakazi, la prima scuola di programmazione software del Ruanda. Lo riporta l’agenzia InfoAfrica citando i media locali, precisando che obiettivo dell’iniziativa è sostenere gli sforzi nazionali per trasformare il Ruanda in un hub tecnologico regionale.

In base alle informazioni sul progetto, la scuola sarà ospitata in un primo tempo presso l’istituto tecnico professionale (TVET) di Nyabihu, nell’omonimo distretto situato nella provincia Occidentale.

“Abbiamo già selezionato 60 studenti per cominciare i primi corsi”, ha detto Munyakazi precisando che gli studenti sono stati selezionati tra coloro che hanno ottenuto i punteggi più alti negli esami nazionali di materie scientifiche per il livello O del GCE (l’equivalente italiano della terza media).

Scopo del ministero dell’Istruzione è offrire un curriculum specialistico di alto livello, offrendo agli studenti formazione congiunta con le società tecnologiche locali e multinazionali presenti nel Paese. “Al termine degli studi, agli studenti saranno offerti tirocini e opportunità di approfondimento con le maggiori industrie del settore con il fine di contribuire a sviluppare un’economia basata sulla conoscenza e rispondere alla richiesta di personale con competenze tecniche e professionali adeguate”, ha dichiarato Munyakazi.

Secondo quanto riportato dal quotidiano ruandese The New Times, gli studenti seguiranno dei corsi per tre anni interamente finanziati dal governi di Kigali con 6 mesi di tirocinio in aziende dalle conoscenze avanzate. Gli studenti che avranno risultati migliori nei test continueranno gli studi con borse di studio.

Altre letture correlate:

X