Marocco | Piano per rilanciare economia

di Redazione InfoAfrica
bandiera del marocco
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Il governo di Rabat intende creare oltre 120.000 posti di lavoro diretti e indiretti nei prossimi tre anni. Lo ha dichiarato il premier Saad Eddine El Othmani annunciando che, per raggiungere l’obiettivo, l’esecutivo darà vita a specifici programmi nazionali e investirà almeno un miliardo di dollari.

Il governo ha apportato modifiche alla propria Legge finanziaria 2020 inserendo una serie di riforme che ruotano attorno a cinque assi principali: incremento della resilienza dell’economia nazionale, rafforzamento dei settori più innovativi, promozione del partenariato pubblico-privato, investimenti sui prodotti nazionali e integrazione graduale del settore informale.

Per rilanciare e rafforzare l’economia, El Othmani ha spiegato che il governo rafforzerà i pilastri economici nazionali e favorirà la diversificazione del tessuto economico nazionale. Lo farà sostenendo gli attori economici locali e adattando le loro capacità di produzione alle esigenze nazionali (promuovendo, in particolare, i settori emergenti).

Per quanto riguarda il settore informale, che costituisce il 20% del Pil del Marocco e offre oltre 2,4 milioni di posti di lavoro, il governo sta lavorando a un piano per integrare gradualmente i lavoratori informali nel settore formale. Il capo del governo ha inoltre ricordato che il Marocco ha stanziato un budget per sostenere i lavoratori informali che hanno perso il lavoro a causa della crisi Covid-19.

Il governo marocchino intende inoltre sostenere i settori dell’istruzione e della salute, espandendo  il sistema di copertura sanitaria di base del Paese e il programma previdenziale, mentre per accelerare la trasformazione digitale, si lavorerà per creare un polo tecnologico in Africa riformando l’amministrazione in senso digitale e utilizzando la tecnologia digitale per promuovere un’economia competitiva.

[Redazione InfoAfrica]

Altre letture correlate:

X