Mali | Ue sospende le missioni d’addestramento

di Stefania Ragusa
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

L’Unione Europea ha sospeso le sue missioni di addestramento in Mali in seguito al colpo di Stato che ha portato alla rimozione del presidente Ibrahim Boubacar Keita. La notizia è stata riferita dalla stessa Unione Europea e secondo diversi osservatori è un atto dovuto.  I negoziati in corso per l’avvio di una transizione potrebbero portare, secondo alcune fonti, a una revisione della decisione e a un ripristino delle due missioni di addestramento condotte dagli europei. Le due missioni europee in Mali sono la Eu military mission (Eutm Mali) che cede la presenza nel Paese africano di oltre 600 militari di 28 nazioni europee e una missione civile nota con l’acronimo Eucap Sahel. La sospensione non riguarderà Niger e Burkina Faso, Paesi dove operano le stesse missioni. Intanto ieri, per la prima volta in maniera ufficiale, la giunta militare al potere ha ricevuto una delegazione dell’M5, il fronte dell’opposizione che da mesi reclamava le dimissioni di Keita. Secondo fonti dell’M5, l’incontro è stato positivo.

(Fonte: InfoAfrica)

Condividi

Altre letture correlate:

X