Il Ruanda accoglie i rifugiati fuggiti dalla Libia

di Enrico Casale
rifugiati

Sessantasei migranti bloccati nei campi in Libia sono stati accolti ​​in Ruanda. Sono il primo gruppo a essere trasferito a seguito di un accordo tra il governo di Kigali, l’Agenzia delle Nazioni unite per i rifugiati (Acnur) e l’Unione africana.

«Un ringraziamento speciale va a tutte le persone del Ruanda che hanno indirizzato messaggi di benvenuto ai rifugiati», ha twittato Acnur dopo il loro arrivo giovedì sera.

Il Ruanda ha accettato di accogliere 500 migranti che erano rimasti intrappolati in condizioni pericolose in Libia mentre cercavano di raggiungere l’Europa. Le Nazioni Unite affermano che il primo gruppo comprende molti bambini non accompagnati, madri single e famiglie, alcuni dei quali provengono dal Corno d’Africa. Il più giovane rifugiato era una bambina di due mesi nata da genitori somali.

I migranti, che vengono trasferiti su base volontaria, alloggeranno nel centro di transito di Gashura, a circa 55 km a Sud della capitale, Kigali.

Le Nazioni Unite affermano che oltre 4.500 persone hanno urgentemente bisogno di essere trasferite in sicurezza dai centri di detenzione libici, dove si trovano in condizioni terribili e rischiano di essere coinvolti nei combattimenti che stanno sconvolgendo il Paese nordafricano.

Altre letture correlate:

X