Lotta contro le mine: Harry come Diana

di Enrico Casale
Lady D

Il principe Harry in Angola sulle orme di Lady Diana. Il Duca di Sussex, al quarto giorno del suo tour africano, farà tappa nel Paese dove la madre rilanciò la battaglia contro le mine antiuomo.

Diana visitò l’Angola nel gennaio del 1997. E dopo aver sposato diverse cause benefiche, come la lotta all’Aids, fece sua anche quella contro le mine antiuomo, entrando in contatto con Halo Trust, un organismo che in quegli anni stava sminando il Paese africano, in piena guerra civile.

La principessa incontrò i bambini sopravvissuti alle mine e attraversò anche un campo, indossando una tenuta protettiva: le sue foto fecero il giro del mondo e contribuirono ad innalzare l’attenzione sul tema. Tanto che, pochi mesi dopo la sua tragica morte si aprì la strada per il Trattato Onu sul bando delle mine, a cui finora hanno aderito 164 paesi.

Nel ’97 Harry aveva 12 anni. Da adulto ha visitato i campi minati del Mozambico nel 2010 e quelli angolani nel 2013, studiando i progetti della Halo Trust.

Altre letture correlate:

X