Guinea Bissau: via libera al vaccino cinese Sinopharm

di claudia
Tempo di lettura stimato: 2 minuti

L’Alta Commissione della Guinea Bissau per il covid-19 ha dichiarato ieri che avvierà la somministrazione del vaccino cinese Sinopharm nel Paese nell’ambito della lotta contro la pandemia causata dal nuovo coronavirus. “C’è del lavoro tecnico in corso e in breve tempo continueremo la vaccinazione, incluso il vaccino cinese Sinopharm”, ha affermato Plácido Cardoso, segretario dell’Alto Commissariato per il Covid 19. La scorsa settimana la comunità cinese residente a Bissau ha iniziato a vaccinarsi con dosi di vaccino Sinopharm, arrivato nel Paese donato dal Senegal, ma che non era ancora stato utilizzato per mancanza di approvazione da parte dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms).

“Siamo in attesa di conferma dalle autorità cinesi per la fornitura. Abbiamo chiesto supporto alle autorità cinesi una settimana fa, la nostra richiesta è in fase di analisi e presto avremo altri vaccini da Sinopharm”, ha detto il medico guineano. Oltre al vaccino cinese, la Guinea-Bissau attende l’arrivo di altri vaccini nell’ambito dell’iniziativa Covax, nonché il sostegno che il Portogallo ha deciso di dare ai paesi africani di lingua portoghese. “Pensiamo che in qualsiasi momento possiamo avere più vaccini disponibili nel Paese per continuare la vaccinazione”, ha sottolineato.

La Guinea Bissau la scorsa settimana ha iniziato a somministrare la seconda dose del vaccino alle persone che hanno ricevuto la prima dose ad aprile. Alla domanda su quante persone sono già state vaccinate con la prima dose in Guinea-Bissau, Plácido Cardoso ha affermato che i “dati sono in fase di definizione”. “La vaccinazione è avvenuta in vari momenti, c’erano alcune limitazioni, ma le informazioni sono incoraggianti”, ha detto.

Per quanto riguarda il rilascio dei certificati di vaccinazione, il medico ha spiegato che la decisione sarà presa a livello di subregione. La Guinea-Bissau ha registrato un totale cumulativo di 3.825 casi e 69 decessi dall’inizio della pandemia. Il Paese registra un totale di 3.562 guariti e attualmente sono 188 i casi attivi.

Condividi

Altre letture correlate: