Zimbabwe: campo di frumento

di Valentina Milani
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Foto di Marco Trovato

Un campo nel nord del Paese. Da primo produttore africano di mais e frumento, trent’anni fa, oggi lo Zimbabwe è diventato un massiccio importatore di cereali.

A un anno esatto dalla svolta politica che ha sancito la fine dell’era Mugabe, lo Zimbabwe appare un Paese sospeso, in bilico, dal destino incerto. Ansioso di voltare pagina.

Per leggere l’intero reportage dall’ex granaio d’Africa alla ricerca di una via d’uscita dalla prolungata crisi, abbonati ad Africa: www.africarivista.it/abbonati

Altre letture correlate:

X