Rd Congo/2 – I rifugiati ruandesi: «Fateci rientrare in patria»

di Enrico Casale
Ruanda Maggio 1994 rifugiati al confine con la Tanzania
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

I rappresentanti dei rifugiati ruandesi che vivono nella Rd Congo, raggruppati nell’organizzazione Società civile ruandese, hanno alle autorità congolesi di accelerare le procedure burocratiche per il loro rimpatrio in Ruanda. Il 31 dicembre 2017 scadrà infatti il loro status di rifugiati e, a partire da quella data, i ruandesi saranno considerati normali immigrati. Secondo l’Unhcr, sono 250mila i ruandesi che vivono sul suolo congolese.
(18/08/2017 Fonte: Radio Okapi)

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X