Mozambico, Renamo e Frelimo firmano la pace

di Enrico Casale
Filipe Nyusi e Ossufo Momade

In Mozambico è stato siglato un accordo di pace tra governo e ribelli. Il presidente Filipe Nyusi e il leader dell’opposizione Renamo, Ossufo Momade, hanno siglato l’intesa al Gorongosa National Park, nei pressi della base del Renamo.

L’accordo pone fine a 25 anni di conflitto dopo la guerra civile, prevede il disarmo di oltre 5.200 combattenti ed elezioni politiche. La guerra civile in Mozambico è iniziata dopo l’indipendenza del Paese, ottenuta nel 1975, ed è andata avanti avanti per oltre 15 anni causando circa un milione di morti. Renamo, il gruppo ribelle che combatteva contro il governo di Frelimo, si è così trasformata in un partito politico nel 1992, dopo un accordo di pace firmato a Roma, mantenendo però una frangia militare.

Dopo aver perso le elezioni del 1994, Renamo è diventato il principale partito di opposizione, e da allora Frelimo è sempre rimasto al governo. Tra il 2013 e il 2016 la pace si è interrotta e si sono registrati scontri armati tra l’esercito regolare e i ribelli di Renamo, il cui disarmo è cominciato questa settimana. Il 15 ottobre sono previste le nuove elezioni generali in Mozambico.

In Mozambico è prevista a inizio settembre la visita di papa Francesco, che intende promuovere la riconciliazione nel Paese.

Altre letture correlate:

X