Mali | Ucciso il leader locale di al-Qaeda

di Enrico Casale
Abdelmalek-Droukdel
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

L’esercito francese ha annunciato di aver ucciso Abdelmalek Droukdel, leader di Al-Qaeda nel Maghreb Islamico (Aqmi). La notizia è stata confermata con un tweet da Florence Parly, ministro della Difesa francese, che ha anche annunciato anche la cattura di alcuni stretti collaboratori del leader qaedista.

L’operazione è avvenuta nei pressi di Tessalit, cittadina a un centinaio di chilometri dal confine con l’Algeria, Paese natale di Droukdel. L’operazione è avvenuta nella notte del 3 giugno, ma è stata resa nota soltanto oggi. Il mese scorso i francesi avevano inoltre catturato Mohamed Mrabat, leader dello Stato Islamico nel Grande Sahara (Isgs).

Classe 1970 e noto anche come Abu Musab Abdel Wadoud, Droukdel aveva partecipato al jihad contro i sovietici in Afghanistan e una volta rientrato in Algeria si era unito ai jihadisti che negli anni Novanta insanguinavano il Paese nordafricano. Nel 2004 il jihadista diventava comandante del Gruppo salafita per la predicazione e il combattimento, rimpiazzando Nabil Sahraoui, ucciso in uno scontro a fuoco con l’esercito algerino.

Droukdel aveva cercato di trasformare il Gspc da gruppo algerino a organizzazione  internazionale (prevalentemente tra Mali, Algeria e Mauritania) e infatti, nel settembre del 2006, il gruppo annunciava l’alleanza con al-Qaeda; nel gennaio seguente cambiava addirittura nome, ribattezzandosi al-Qaeda nel Maghreb Islamico.

Droukdel aveva rivendicato la responsabilità di numerosi attacchi terroristici, compreso un attentato contro il quartier generale delle Nazioni Unite ad Algeri nel 2007 in cui rimasero uccise 62 persone.

La forza francese antijihadista, forte di oltre 5.000 soldati, sta moltiplicando ultimamente i suoi sforzi per tentare di scongiurare la spirale di violenza che, mescolandosi a conflitti intracomunitari, ha fatto l’anno scorso 4.000 morti tra Mali, Niger e Burkina Faso, cinque volte di più del 2016, secondo l’Onu.

Altre letture correlate:

X