Malawi, arrestati difensori dei diritti umani

di Enrico Casale
Gift Trapence e il reverendo MacDonald Sembereka

La polizia del Malawi ha arrestato due attivisti per i diritti umani. Gift Trapence e il reverendo MacDonald Sembereka sono famosi nel Paese perché hanno contribuito a organizzare le recenti proteste contro la rielezione di Peter Mutharika alla presidenza della Repubblica.

Secondo quanto riferito da Afp, che ha citato il portavoce della polizia James Kadadzera, Trapence e il reverendo Sembereka sono stati trattenuti con le accuse di frode e furto di denaro dai programmi contro l’aids. «Ciò che posso confermare – ha detto Kadadzera – è che abbiamo una denuncia presentata alla polizia da un esponente di UnAids (agenzia Onu che si occupa della lotta al virus, ndr). Anche se non posso parlare di cifre sottratte, posso confermare che la somma è nell’ordine dei milioni di kwacha del Malawi».

Trapence è vicepresidente della Coalizione dei difensori dei diritti umani e Sembereka è un membro del gruppo. Insieme hanno organizzato una serie di dimostrazioni denunciando irregolarità nell’elezione presidenziale di maggio. Mutharika, che è diventato presidente per la prima volta nel 2014, è stato eletto per un secondo mandato con il 38,5% dei voti. Ma il Malawi Congress Party (Mcp) ha denunciato brogli elettorali.

Altre letture correlate:

X