Libia, elezioni in vista?

di Enrico Casale
Libia

Fayez al Serraj, presidente della Libia, e Khalifa Haftar, uomo forte della Cirenaica, hanno trovato un accordo per elezioni generali in Libia. Senza specificare ancora quando si terranno.

L’inviato speciale delle Nazioni unite, Ghassan Salamé, ha annuncito in un tweet che il presidente del governo di accordo nazionale della Libia, Fayez al Serraj, e il maresciallo Khalifa Haftar, comandante dell’Esercito nazionale libico, hanno raggiunto un’intesa per indire elezioni generali e preservare l’unità del Paese.

Secondo Salamé, i due leader, che si sono visiti ieri in un vertice ad Abu Dhabi, negli Emirati, si sono accordati sulla necessità di terminare la transizione nel Paese attraverso elezioni generali e sulle modalità per mantenere la stabilità della Libia e unificare le sue istituzioni.

Il mese scorso, le truppe del generale Haftar hanno lanciato un’offensiva nel Sud e hanno occupato un certo numero di giacimenti petroliferi. La Libia vive una situazione di instabilità dal 2011, anno in cui è stato rovesciato e ucciso Muammar Gheddafi, leader che ha governato  per più di 40 anni sul Paese.

Altre letture correlate:

X