Egitto-Sudan-Etiopia | Diga riprendono i colloqui

di Enrico Casale
Grande Diga del Rinascimento in Etiopia
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Etiopia, Sudan ed Egitto riprenderanno i colloqui sulla gestione della diga del Grande rinascimento, uno sbarramento sul Nilo valutato quattro miliardi di dollari. Il primo ministro dell’Etiopia, Abiy Ahmed, ha annunciato che i ministri dell’Acqua dei tre Paesi si incontreranno e tenteranno di raggiungere «una soluzione vantaggiosa per tutti».

La diga è vicina al confine tra Etiopia e Sudan. L’Egitto, che fa affidamento sul Nilo per il 90% della sua acqua dolce, la vede la sua come una minaccia alla sua sopravvivenza. A marzo, l’Etiopia si è ritirata dai colloqui, svolti sotto la mediazione degli Stati Uniti, accusando gli Usa di superare il ruolo di osservatore neutrale perché i responsabili di Washington hanno affermato che la diga non dovrebbe essere completata senza un accordo.

La costruzione della diga è iniziata nel 2011.

Condividi

Altre letture correlate:

X