Costa d’Avorio | Abidjan, smantellata bidonville

di Enrico Casale
Adjouffou
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Le autorità della Costa d’Avorio hanno sfrattato decine di migliaia di persone che vivono vicino all’aeroporto di Abidjan in risposta alla morte di un ragazzo di 14 anni nel carrello di un aereo all’inizio di questo mese. Si ritiene che il ragazzo, Laurent-Barthélémy, si sia intrufolato nell’aeroporto attraverso la baraccopoli lungo il perimetro dello scalo prima di saltare una recinzione. Il suo corpo è stato trovato quando il volo Air France è atterrato a Parigi all’inizio di questo mese. Il governo ha annunciato che avrebbe creato un perimetro di sicurezza di 200 metri intorno all’aeroporto per evitare che tali incidenti si ripetano e ha ordinato l’evacuazione del quartiere di Adjouffou.

Gli abitanti di Adjouffou, un labirinto di case malandate e in rovina con circa 200mila residenti, hanno raccolto in fretta i propri averi, tra cui tetti di lamiera, materassi e sedili di water. Molti non sapevano dove andare dopo essere stati sfrattati, mentre altri hanno espresso rabbia per essere stati costretti a lasciare il quartiere per le azioni di un bambino che veniva da un’altra parte della città, così come riporta l’agenzia di stampa Reuters. Durante una cerimonia della scorsa settimana nella chiesa di Sant’Egidio ad Abidjan, la famiglia e gli amici hanno reso omaggio a Laurent-Barthélémy, anche se hanno faticato a spiegare perché fosse salito a bordo dell’aereo. Air France ha dichiarato che sta indagando sulla sua morte.

Altre letture correlate:

X