Burkina Faso | Almeno 50 morti in tre attacchi

di Celine Camoin
militare sahel
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

È stato un fine settimana tragico quello appena trascorso in Burkina Faso. Almeno 50 persone, per la maggior parte civili, sono state uccise in tre attacchi distinti.

L’episodio più cruento sabato 30 maggio, con l’uccisione di 25 persone nell’attacco a un mercato di bestiame nel villaggio di Kompiembiga, nell’Est del Paese. Secondo il comunicato del governatore della regione, il colonnello Saidou Sanou, non meglio precisati “terroristi” hanno fatto incursione verso le ore 13, uccidendo i presenti, perlopiù commercianti e clienti.

Lo stesso giorno, un convoglio umanitario, sulla via del ritorno da una consegna di viveri per gli sfollati di Foubé,  è caduto in un’imboscata nei pressi di Foubé, nel centro-nord. Il bilancio provvisorio è di almeno 10 morti, tra cui civili e agenti delle forze di sicurezza.

Altre 15 persone sono morte nell’assalto a un convoglio di commercianti sull’asse Ingané-Sollé, a una quarantina di chilometri a nord da Titao, capoluogo della provincia del Loroum.

Non è ben chiaro se si tratti di attacchi di matrice islamista, come quelli che hanno iniziato a colpire il ‘Paese degli uomini integri’ a partire dal 2015, nel più vasto contesto della guerra che questi terroristi stanno conducendo nel Sahel.

 

 

Altre letture correlate:

X