Attacco in RD Congo: la ricostruzione ufficiale del Pam

di Valentina Milani
un rd congo
Tempo di lettura stimato: 2 minuti

Conferma la presenza di Rocco Leone e dà i nomi degli ultimi tre componenti del convoglio, tutti funzionari del Programma alimentare mondiale (Pam) in Congo, una nota del Pam diffusa da poco in merito alla vicenda dell’agguato di lunedì in Nord Kivu e costato la vita all’ambasciatore italiano a Kinshasa, Luca Attanasio, al carabiniere Vittorio Iacovacci e all’autista Mustapha Milambo. La nota del Pam fornisce una ricostruzione dell’accaduto, riferisce delle buone condizioni del vice direttore del Pam in Congo Leone e dei suoi tre colleghi di cui vengono diffusi anche i nomi: Fidele Zabandora, School Feeding Programme Assistant; Mansour Rwagaza, Security officer, Claude Mukata, autista del Pam.

“L’incidente – si legge nella nota – ha riguardato sette persone che stavano viaggiando a bordo di due mezzi del Pam sulla strada che da Goma porta a Rutshuru, nell’est della Repubblica democratica del Congo dove il gruppo aveva pianificato di visitare il progetto del Pam School feeding programme”.

Il gruppo, prosegue il comunicato, comprendeva cinque impiegati del Pam che stavano accompagnando l’ambasciatore italiano e la sua guardia del corpo. Nella ricostruzione fornita dall’agenzia delle Nazioni Unite, si spiega che la comitiva aveva lasciato Goma lunedì intorno alle 9:00 del mattino (ora locale) e che alle 10:15 circa i due veicoli erano stati bloccati da un gruppo armato che aveva “costretto i passeggeri a scendere dalle auto, uccidendo uno dei due autisti, Mustapha Milambo”. I restanti sei passeggeri sono stati quindi costretti a muoversi nella boscaglia circostante sotto la minaccia delle armi da fuoco: ed è a questo punto che c’è stato uno scambio di colpi.

Il comunicato del Pam non fornisce ulteriori dettagli su questa fase, su chi abbia quindi ingaggiato il conflitto a fuoco e su chi abbia materialmente sparato contro i due italiani, ma spiega che “durante lo scontro a fuoco, l’ambasciatore italiano, Luca Attanasio e la sua guardia del corpo, Vittorio Iacovacci, vengono colpiti in maniera grave e spirano poco dopo”. Il Dipartimento per la sicurezza e la protezione delle Nazioni Unite (United Nations Department for Safety and Security, UNDSS) – conclude la nota – “si occuperà di redigere un’analisi dettagliata di quanto avvenuto”.

Condividi

Altre letture correlate: