Tunisia | Premio giornalistico Lina Ben Mhenni

di Valentina Milani
Premio Lina Ben Mhenni
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

La delegazione dell’Unione europea a Tunisi lancia il Premio Lina Ben Mhenni per la libertà di espressione, un riconoscimento per i migliori articoli a difesa dei principi e dei valori della democrazia, delle libertà e dei diritti condivisi tra Tunisia e Ue. Il concorso è stato istituito in memoria e in onore di Lina Ben Mhenni: nota blogger, giornalista, paladina del diritto alla libera espressione e attivista dei diritti umani, morta a 36 anni per una malattia autoimmnune a gennaio.

Al vincitore verrà offerta la partecipazione all’Eu Visitors Programme 2021 di Bruxelles, mentre altri riconoscimenti sono previsti per il secondo e terzo posto. Il Premio vuole essere, prima di tutto, un omaggio a una delle voci più libere e originali che la Tunisia abbia conosciuto negli ultimi anni: Lina era infatti un’icona della rivoluzione tunisina. In secondo luogo il concorso intende promuovere una stampa libera e veritiera.

In occasione della Giornata mondiale della libertà di stampa del 3 maggio, l’Alto rappresentante dell’Unione europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza, Josep Borrel ha infatti dichiarato: «In questo periodo di incertezza, più che mai, l’accesso a informazioni affidabili e verificate, libere da indebite interferenze, è cruciale e contribuisce a rafforzare la resilienza della società». E questo era anche il credo della giovane giornalista.

 

Altre letture correlate:

X