Sierra Leone | Sepoltura vittime di Ebola

di Valentina Milani
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Addetti alla sepoltura delle vittime di ebola in un ospedale pediatrico a Freetown. «Durante l’epidemia i nostri amici e le nostre famiglie ci avevano allontanato – racconta Patrick Bassie, 27 anni –. Temevano che fossimo contagiosi e che potessimo infettarli». – Foto di Andrew McConnell

L’incubo del contagio è tornato a causa del Covid-19, come in tutto il mondo del resto. Ci siamo chiesti come sia possibile mettere in quarantena l’Africa….  Tra apprensione, ingegnosità, contraddizioni e speranza, così si affronta la pandemia. L’intero servizio sull’ultimo numero di Africa.

 

Condividi

Altre letture correlate:

X