Rinnovabili, Algeri abbandona il progetto Desertec

di Redazione InfoAfrica
algeria, centrale solare
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Il ministro dell’Energia Abdelmadjid Attar ha dichiarato l’Algeria intende abbandonare il progetto di investimento Desertec ritenendolo ormai superato dal tempo.

A segnalarlo sono i media locali, ricordando che il governo algerino aveva siglato lo scorso aprile un accordo preliminare con la tedesca Dii Desert per rilanciare il progetto che ha come proposito quello di generare energia da fonti rinnovabili nel deserto del Sahara attraverso la realizzazione di grandi impianti capaci di produrre fino a 4000 megawatt.

Secondo Attar, “il progetto Desertec si proponeva all’epoca come una manna per l’Algeria in termini di investimenti esteri nelle rinnovabili , ma questo progetto aveva in realtà altri obiettivi”.

In un’intervista rilasciata all’emittente radiofonica nazionale, il ministro dell’Energia ha infatti spiegato che intenzione degli investitori esteri promotori di Desertec era vendere all’Algeria le attrezzature e la tecnologia per lo sfruttamento delle energie pulite, per ottenere in cambio sconti rilevanti per l’acquisto del gas naturale algerino.

Attar ha perciò affermato che l’Algeria dovrebbe cercare altri modi per promuovere la transizione energetica della propria economia, impostando progetti più semplici e meno costosi per risparmiare energia in modo intelligente.

[Redazione InfoAfrica]

Altre letture correlate:

X