Renamo: «Elezioni mozambicane falsate»

di Enrico Casale
elezioni in mozambico
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

In Mozambico, l’opposizione ha chiesto la ripetizione delle elezioni generali perché il voto sarebbe stato falsato da intimidazioni, violenze e brogli elettorali. Con il 73% dei consensi, iI presidente Filipe Nyusi ha stravinto la tornata guadagnandosi un altro mandato di cinque anni. Nei risultati finali annunciati domenica dalla commissione elettorale nazionale, il suo partito Frelimo ha ottenuto poco meno dei tre quarti dei 250 seggi parlamentari.

Di fronte a questo ampio successo, il partito di opposizione Renamo ha chiesto che il voto sia annullato. Secondo i suoi leader il processo elettorale è stato una farsa, la Costituzione sarebbe stata violata numerose volte. Anche gli osservatori indipendenti hanno descritto il voto come minato da irregolarità costituzionali.

Il leader di Renamo, Ossufo Momade, ha affermato che il voto ha violato gli accordi chiave dell’accordo di pace di agosto firmato con il Frelimo. L’accordo ha posto fine a decenni di conflitto tra i due maggiori partiti del Paese che hanno combattuto una guerra civile del 1975-1991, con rinnovate ostilità dal 2013 al 2016. Renamo ha perso terreno significativo nelle elezioni, ottenendo solo il 21%. Molti avevano creduto che elezioni libere ed eque avrebbero posto fine alle tensioni tra i due maggiori partiti e aperto la strada a una pace duratura.

Altre letture correlate:

X