RD Congo | Monopolio di Stato su cobalto estratto artigianalmente

di Redazione InfoAfrica
cobalto
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

La Repubblica Democratica del Congo, il più grande produttore mondiale di cobalto, ha creato un monopolio statale che acquisterà tutta la produzione non estratta dagli operatori industriali nel tentativo di esercitare un maggiore controllo sul prezzo dell’elemento chiave delle batterie ricaricabili.

La nazione dell’Africa centrale domina la produzione del metallo, rappresentando oltre il 70% del mercato globale nel 2018. Benché la maggior parte del cobalto congolese provenga da grandi miniere gestite con metodi industriali da aziende come Glencore, i minatori artigianali possono rappresentare fino a un quarto dell’intera produzione nazionale.

La decisione di controllare l’intera filiera del settore artigianale deriva dal fatto che il Paese ha “un controllo insufficiente” sul prezzo del metallo nonostante la sua “posizione strategica” sul mercato, si legge in un decreto firmato dal primo ministro Sylvestre Ilunga e dal ministro delle Miniere Willy Kitobo Samsoni.

Gli acquisti saranno effettuati da una società controllata dalla società statale Gecamines che sarà responsabile della lavorazione dei minerali di cobalto acquistati da minatori artigianali autorizzati, secondo il decreto. La Gecamines manterrà il monopolio per cinque anni con la possibilità di rinnovare l’accordo.

[Redazione InfoAfrica]

Altre letture correlate:

X