RD Congo, Ebola sconfitta

di Valentina Milani
ebola
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Il ministro della Salute congolese Eteni Longondo ha proclamato ieri, mercoledì 18 ottobre, la sconfitta dell’undicesima epidemia di Ebola nella storia della Repubblica Democratica del Congo. «Sono lieto di dichiarare solennemente la fine dell’undicesima epidemia di virus Ebola nella provincia dell’Equatore», ha detto alla stampa il ministro. Dalla sua ricomparsa, il primo giugno, ci sono stati 55 decessi per 119 casi confermati e 11 probabili, ha detto l’Organizzazione mondiale della sanità.

L’epidemia nel Congo occidentale è arrivata poco prima che nella parte orientale del Paese venisse proclamata la fine ufficiale, il 25 giugno, del secondo focolaio di Ebola più mortale della storia, che ha ucciso 2.280 persone in quasi due anni. I due ceppi non erano correlati, hanno detto i funzionari.

 L’Oms si è congratulata con tutte le forze in campo, che instancabilmente hanno monitorato i casi, fornito assistenza, coinvolto le comunità e vaccinato oltre 40mila persone ad alto rischio. Il personale che ha effettuato la profilassi – evidenzia l’Agenzia delle Nazioni Unite per la sanità – ha utilizzato un sistema innovativo che ha permesso di mantenere la catena del freddo, conservando il vaccino a temperature inferiori a -80 gradi e somministrandolo anche in aree priva di elettricità.

Longondo ha invitato la popolazione a rimanere comunque vigile e a continuare ad osservare le misure igieniche.

Condividi

Altre letture correlate:

X