Mozambico: per non essere dimenticati

di Valentina Milani

Foto di Marco Simoncelli

Non sono tifosi tedeschi, ma mozambicani che protestano: da ventisette anni ogni mercoledì i cosiddetti ‘madgermanes’ scendono in piazza a Maputo per manifestare la loro rabbia contro il governo. Negli anni Ottanta, ventimila giovani mozambicani partirono per la Germania dell’Est – mobilitati dal loro governo – con un duplice obiettivo: guadagnarsi da vivere e imparare un mestiere utile alla patria. Ma qualcuno si prese gioco di loro…

Per scoprire questa e tante altre storie inimmaginabili, scarica l’ultimo numero di Africa: www.africarivista.it

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X