Madagascar – «Elezioni per uscire dalla crisi»

di Enrico Casale
Hery Rajaonarimampianina
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

La Commissione elettorale malgascia (Ceni) del Madagascar ha proposto di anticipare la data delle elezioni presidenziali e legislative, previste per la fine dell’anno, per uscire dalla crisi politica che sta scuotendo l’Isola Rossa da fine di aprile.

L’opposizione malgascia chiede le dimissioni del presidente Hery Rajaonarimampianina, eletto alla fine del 2013. Quest’ultimo non ha ancora annunciato se correrà per un altro mandato. È in questo contesto che la Ceni ha formulato la sua proposta: «Secondo l’articolo 52 della Costituzione, è possibile tenere elezioni anticipate – ha detto martedì alla stampa, ha dichiarato il suo presidente, Hery Rakotomanana -. Se questa soluzione si adatta a tutti (governo e opposizione), allora la commissione propone la data del 29 agosto 2018 per il primo turno delle elezioni presidenziali». Ceni ha invitato tutte le parti interessate nella crisi a discutere queste nuove proposte venerdì 11 maggio.

A gennaio, la commissione elettorale ha annunciato che le elezioni si sarebbero tenute tra il 25 novembre e il 25 dicembre. Tuttavia, spetta al governo fissare la data esatta.

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X