La situazione politica del Burkina Faso e l’eredità di Thoms Sankara

di Marco Trovato
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto
La situazione politica del Burkina Faso e l’eredità di Thoms Sankara spiegata dal giornalista burkinabé Florentin Tougouma, in collegamento dalla capitale Ougadougou.

Il Burkina Faso è alle prese con una difficile situazione di insicurezza legata alla presenza di movimenti jihadisti che seminano il terrore e destabilizzano intere regioni.

Il Paese è guidato dal presidente Christian Kaboré, che è stato rieletto per un secondo mandato il 22 novembre 2020.

Nel 2014 una rivoluzione popolare aveva costretto alla fuga dell’ex capo di stato Blaise Compaoré, che era fermamente intenzionato a procastinare il suo potere oltre i limiti consentiti dalla legge.

Ma il nome del Burkina Faso viene ancora oggi da molti associato a quello del suo ledear politico più carismatico di sempre: quello di Thoms Sankara, presidente rivoluzionario ed eroe nazionale, assassinato il 15 ottobre 1987, all’età di 37 anni, durante un colpo di stato condotto da militari infedeli con l’appoggio di servizi segreti occidentali.

Ancora oggi il popolo burkinabè riconosce in Sankara una figura carismatica che dedicò la sua vita alla lotta contro le ingiustizie sociali, i privilegi dei potenti, le ingerenze neocoloniali. Lontana anni luce rispetto al panorama attuale… che ben ci illustra Florentin Tougouma…

Condividi

Altre letture correlate: