Kenya – Garissa, assalto terminato: «solo» 147 morti?

di Enrico Casale

Massacro di studenti cristiani all’Università di Garissa in Kenya. Un commando di Shabaab somali è penetrato nel campus alle 5,30 del mattino, ha ucciso due guardie di sorveglianza e si è diretto verso i dormitori, armato di mitra.
Gli 815 studenti sono stati svegliati, radunati in gradi aule e separati secondo la fede di appartenenza: i musulmani sono stati liberati, i cristiani uccisi o presi in ostaggio. Un bilancio ufficiale parla di 147 morti accertati, secondo quanto ha reso noto il ministro dell’Interno ad assedio finito. Circa 500 degli 815 studenti sono stati rintracciati, ma ne mancano all’appello circa trecento. Le forze di sicurezza hanno realizzato un blitz, in cui sono stati uccisi 4 assalitori.   Alcuni testimoni hanno rivelato particolari choccanti: alcune persone sarebbero state decapitate. «Abbiamo visto molti corpi senza testa mentre fuggivamo, hanno ucciso molte persone», hanno dichiarato ai media africani.
(02/04/2015 – Fonte: La Stampa)

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X