‘Eroi del quotidiano’ premiati da Mattarella, alcuni hanno legami con l’Africa

di Valentina Milani
32 eroi del quotidiano

Anche quest’anno, per la quinta volta, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha premiato 32 cittadini che si sono distinti nella società, divenendo così ‘eroi del quotidiano’.

Si tratta di cittadine e cittadini che si sono impegnati in particolar modo nella solidarietà, nel soccorso, nella cooperazione internazionale, nella tutela dei minori, nella promozione della cultura e della legalità, per le attività in favore della coesione sociale, dell’integrazione, della ricerca e della tutela dell’ambiente o per atti di eroismo.

L’annuncio delle 32 onorificenze al Merito della Repubblica Italiana è stato dato da una nota del Quirinale che ha quindi diffuso l’elenco dei premiati. Tra i nuovi Cavalieri e Commendatori ve ne sono alcuni che hanno relazioni con l’Africa:

Suor Gabriella Bottani, 55 anni (Milano), Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana: “Per la totale dedizione con cui da anni è impegnata nella prevenzione, sensibilizzazione e contrasto alla tratta degli esseri umani”. Suora comboniana, è la coordinatrice di “Talitha Kum”, una rete internazionale contro la tratta di esseri umani di iniziativa dell’Unione Internazionale delle Superiore Generali che opera anche in Africa.

Elisabetta Cipollone, 57 anni (Milano), Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana: “Per il suo encomiabile impegno, in memoria del figlio Andrea, per garantire l’accesso all’acqua potabile in Paesi disagiati”. Nel 2011 ha perso il figlio Andrea, di 15 anni, in un incidente stradale. In sua memoria ha dato vita ad un progetto volto a raccogliere fondi per realizzare pozzi di acqua potabile in Etiopia. L’idea è nata dai disegni di Andrea, da bambino, dedicati al tema dell’acqua.

Samba Diagne, 52 anni (Senegalese) Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana: “Per il suo prezioso contributo in soccorso di un caporalmaggiore dell’esercito italiano aggredito con delle forbici e ferito dall’attentatore a Milano”. Giunto in Italia quasi 30 anni fa e padre di cinque figli. Dopo aver svolto diversi lavori, da circa 4 anni  è addetto alla sicurezza in alcuni negozi milanesi. Nel settembre 2019 è intervenuto in soccorso del caporalmaggiore dell’Esercito Matteo Toia, aggredito con delle forbici e ferito da Mohamad Fathe in Piazza Duca d’Aosta a Milano. Mentre l’aggressore cercava di darsi alla fuga, Samba è riuscito a fermarlo e disarmarlo. L’aggressore è stato poi arrestato.

Stefano Morelli, 42 anni (Roma) Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana: “Per il prezioso contributo che offre in ambito internazionale operando gratuitamente bambini affetti da labiopalatoschisi, ustioni e traumi di guerra”. Laureato in medicina e specializzato in anestesia e rianimazione. Assunto all’ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma come cardio-anestesista pediatrico, ha iniziato contemporaneamente a coordinare le attività Anestesiologiche e di Rianimazione della ONG Emergenza Sorrisi, operando gratuitamente bambini affetti da labiopalatoschisi, ustioni e traumi di guerra. Da dodici anni organizza missioni in: Africa, Medio Oriente, Europa dell’Est, Sud Est Asiatico, Sud America e America Centrale.

 

 

Altre letture correlate:

X