Egitto – 162 immigrati morti nel naufragio. Al Sisi: più controlli alle frontiere

di Enrico Casale
migranti salvati da Mare Nostrum
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Il presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi ha ordinato il rafforzamento della sicurezza ai confini del Paese dopo la morte di oltre 160 migranti – soprattutto egiziani – a causa del recente naufragio del barcone sul quale viaggiavano nel Mediterraneo. Lo ha detto il portavoce del presidente, Alaa Youssef, secondo quanto scrive la stampa nazionale. Il barcone è affondato mercoledì scorso al largo della città di Rosetta, nel nord dell’Egitto, causando la morte di almeno 162 migranti mentre altri 160 sono stati tratti in salvo.
(26/09/2016 Fonte: Ansa)

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X