Egitto – 162 immigrati morti nel naufragio. Al Sisi: più controlli alle frontiere

di Enrico Casale
migranti salvati da Mare Nostrum

Il presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi ha ordinato il rafforzamento della sicurezza ai confini del Paese dopo la morte di oltre 160 migranti – soprattutto egiziani – a causa del recente naufragio del barcone sul quale viaggiavano nel Mediterraneo. Lo ha detto il portavoce del presidente, Alaa Youssef, secondo quanto scrive la stampa nazionale. Il barcone è affondato mercoledì scorso al largo della città di Rosetta, nel nord dell’Egitto, causando la morte di almeno 162 migranti mentre altri 160 sono stati tratti in salvo.
(26/09/2016 Fonte: Ansa)

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X