Camerun, ancora violenze contro studenti e insegnanti

di Valentina Milani
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Ieri, mercoledì 4 novembre, si è verificato un altro tragico e violento attacco nella regione anglofona del sud-ovest del Camerun dove uomini armati hanno preso di mira una scuola nella città costiera di Limbe.

A confermarlo ai media locali è stato un dipendente della scuola, spiegando che gli aggressori hanno costretto insegnanti e studenti a spogliarsi prima di picchiarli e di molestarne alcuni, dando in seguito alle fiamme parti dell’edificio. Gli aggressori, un gruppo di circa 20 persone, hanno preso d’assalto la scuola verso le 8 del mattino di ieri. Le forze di sicurezza sono intervenute quando i responsabili si erano già dati alla fuga.

Purtroppo non sono le prime violenze che si registrano nel Paese contro bambini e studenti: l’attacco è infatti avvenuto a 24 ore da quello condotto in una scuola di Kumbo, nel nord-ovest del Camerun, nel quale gli aggressori hanno rapito 11 professori e personale scolastico, mentre lo scorso 24 ottobre sette studenti sono stati uccisi in un incursione in una scuola di Kumba, nel Sudovest. I funerali di queste ultime vittime sono in programma oggi.

Condividi

Altre letture correlate: