Zimbabwe – “1983, The Dark Years” messa in scena per la prima volta

di Marco Simoncelli

Un’opera teatrale ambientata durante i massacri del Gukurahundi degli anni 80 e per questo censurata durante il regime dell’ex-presidente zimbabwano Robert Mugabe è stata messa in scena per la prima volta in Zimbabwe, come riporta New Zimbabwe.

L’opera intitolata “1983, The Dark Years” e scritta da Bhekimusa Moyo era stata vietata nel 2012, ma da quando Robert Mugabe è stato spodestato dalle forze militari lo scorso novembre sembra esserci “un forte miglioramento nella libertà d’espressione”, come affermato il direttore ed attore Adrian Musa, dopo la prima andata in scena mercoledì al Theatre in the Park della capitale Harare.

“Gukurahundi” è il nome del pogrom avvenuto tra il 1983 e il 1987 in cui 20.000 civili perirono per lo più nel nord del Matabeleland, quasi tutti massacrati in esecuzioni di massa e tutti componenti della minoranza etnica dei ndebele, colpevoli di supportare il movimento PF-ZAPU guidato dall’avversario politico di Mugabe, Joshua Nkomo.

Durante i 40 anni di dominio di Mugabe l’argomento “Gukurahundi” è stato sempre molto delicato e in pochi potevano parlarne apertamente. Mugabe si era riferito a quel periodo come “un momento di pazzia”.

L’attuale presidente zimbabwano Emmerson Mnangagwa, e principale candidato alle prossime elezioni presidenziali che si terranno il prossimo 30 luglio, era ministro della sicurezza ai tempi dei massacri e in molti ritengono abbia giocato un ruolo importante.

Condividi

Altre letture correlate:

Lascia un commento

Accetto la Privacy Policy

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.