Un grande concorso di autoritratti

di Marco Trovato
Tempo di lettura stimato: 3 minuti

A volte un selfie può raccontare una storia illuminante. Specie nel sud del mondo.

Avete amici appassionati di fotografia che vivono in Africa? Non devono per forza essere dei fotografi. Basta che abbiano un cellulare con una buona fotocamera. E immortalino un’immagine-ritratto legato al tema dell’energia (o della mancanza di energia: 800 milioni di africani, è bene ricordarlo, vivono senza avere una lampadina in casa). Con un semplice click potrebbero vincere fino a 500 dollari.

Energy SELF Portraits è il primo concorso internazionale di auto-ritratti fotografici legati al tema dell’accesso all’energia.

Il concorso è aperto a tutti, non solo africani, gente di ogni età e di ogni nazionalità. Del Sud e Nord del mondo. Ma (come ricorda la nostra ultima mostra fotografica firmata da Marco Garofalo e Matteo Leonardi) l’Africa è il continente meno illuminato al mondo, pertanto qui il tema energetico diventa di vitale importanza.

Partecipare al concorso è semplice: bisogna fotografare una o più persone in piedi che guardano nella telecamera accanto a dispositivi energetici, attrezzature e/o elettrodomestici per concentrarsi sulle diverse dimensioni dell’obiettivo di sviluppo sostenibile che le Nazioni Unite vogliono raggiungere entro il 2030: “Garantire l’accesso a un’energia economica, affidabile, sostenibile e moderna per tutti”.

Il concorso accetta ritratti che possono fare riferimento ai seguenti formati fotografici:

Autoritratto di famiglia tradizionale: una foto all’interno o presso la casa di famiglia con uno o più
membri della famiglia e una raccolta di dispositivi energetici.

Autoritratto tecnologico: un’immagine di una o più persone in piedi presso un congegno
tecnologico o connesso con un processo che abbia relazione con la sfida energetica.

Autoritratto comunitario: una foto con una o più persone e la loro relazione collettiva con
l’energia (studenti a scuola, medici in ospedale, ecc.).


La giuria, composta da Swetha RaviKumar Bhagwat (FSR Global), Kip Patrick (Clean Cooking
Alliance), Luca Locatelli (fotografo e film-maker ambientalista), Kristina Skierka (CEO di Power for
All) selezionerà i vincitori attribuendo 15 premi da $100 più un premio finale da $500.

Inoltre tutte le fotografie verranno esposte sul sito web e nei canali social legati al concorso.

https://www.energyportraits.org/

Non resta che visitare il sito internet del concorso, leggere le istruzioni (in inglese, francese, italiano, spagnolo, arabo, cinese, e caricare le proprie foto)

Il concorso Energy SELF Portraits è realizzato nell’ambito del progetto WAME che dal 2017 documenta la sfida dell’accesso all’energia attraverso delle immagini fotografiche realizzate in un formato originale dal fotografo Marco Garofalo, grazie al supporto della Fondazione AEM, della Fondazione Cariplo, Florence School of Regulation e Museo della Scienza e Tecnologia Leonardo dal Vinci di Milano.
Ogni fotografia è associata ad alcuni dati di base (consumo annuo di elettricità, costo, emissioni di CO2) e una breve storia raccolta da Matteo Leonardi che reca le informazioni di base sull’accesso all’elettricità in quel contesto specifico, prestando particolare attenzione alla convenienza e all’affidabilità del servizio. Energy Portraits documenta la sfida dell’obiettivo di sviluppo sostenibile numero 7: “Garantire l’accesso a un’energia economica, affidabile, sostenibile e moderna per tutti”.

IL CONCORSO E’ APERTO A TUTTI! Si invitano tutti i partecipanti al concorso a
pubblicare le immagini su Instagram, usando l’hashtag: #energyselfportraits

Condividi

Altre letture correlate: