Un disco “perduto” nell’era dell’apartheid, oggi in ristampa

di claudia
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Armitage Road, degli Heshoo Beshoo Group (We Are Busy Bodies) è la ristampa, a cinquant’anni dalla sua uscita originaria su etichetta Emi, dell’unico disco di una band culto del jazz sudafricano: un lavoro che combina l’hard bop statunitense con la musica della patria di Mandela. La copertina è ispirata a Abbey Road dei Beatles, con la foto che mostra il quintetto jazz mentre attraversa una strada sterrata a Orlando, un sobborgo di Soweto. Cyril Magubane, chitarrista della band, è sulla sedia a rotelle in quanto dall’infanzia è malato di poliomielite.

Quando uscì l’album non era possibile criticare apertamente l’apartheid. Ma quella foto “furbetta” lasciò il segno perché l’immagine era un’evidente critica alle condizioni sociali vigenti al momento della sua pubblicazione.

(Claudio Agostoni)

Condividi

Altre letture correlate: