Togo | Le seconda vita degli abiti usati

di Valentina Milani
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Amah Ayiv controlla la qualità di abiti di seconda mano, recuperati nei mercati di Lomé, pronti per essere rispediti in Europa. Dove verranno ri-creati e rivenduti. – Foto di Andrew Esiebo

Tonnellate di indumenti usati vengono inviati in Africa da associazioni caritatevoli europee e statunitensi. Una “beneficenza” che rappresenta un problema per l’economia locale. Amah Ayiv riporta gli abiti in Europa e li trasforma in capi ricercatissimi.

E’ possibile leggere questa sorprendente storia sull’ultimo numero di Africa.

Condividi

Altre letture correlate:

X