Sfoglia la rivista online
Menu

Pubblicato il 3 Mar 2017 in Viaggi

Tanzania: spiagge di Pemba

Tanzania: spiagge di Pemba

Dici Tanzania e pensi subito alle sue attrattive più celebri: Kilimangiaro, Ngorongoro, Serengeti, Zanzibar. Ma ci sono molti altri posti straordinari da scoprire in questa nazione grande tre volte l’Italia. Per esempio, l’isola di Pemba, situata nel nord del Paese, a circa 50 chilometri dalla costa: acque turchesi, baie silenziose, palme da cocco… Il posto ideale per chi cerca il relax assoluto e per chi è appassionato di immersioni subacquee.

Tanzania: spiagge di Pemba

Lunga poco meno di 70 chilometri e larga una ventina, impregnata della cultura swahili, Pemba è attorniata da spiagge di finissima sabbia bianca, mentre il suo entroterra, più collinoso e fertile di Zanzibar, è dominato da piantagioni di chiodi di garofano (di cui l’isola, per secoli, è stato il maggior produttore al mondo) e di noci di cocco. La coltivazione e il commercio di questi prodotti, assieme alla giovane industria turistica (i lodge si contano sulle punta delle dita di una sola mano), sono l’architrave dell’economia locale.

Tanzania: spiagge di Pemba

Ma gli abitanti di Pemba sono anche abili marinai e pescatori: ogni giorno solcano le acque dell’Oceano Indiano a bordo dei loro dhow – le barche a vela tradizionali – per catturare cernie, marlin e pesci spada. Ne consegue che i succulenti piatti della cucina locale sono a base di pesce freschissimo aromatizzato con varie spezie.

I visitatori più golosi possono assaggiare il prelibato miele locale: si dice lenisca le ferite dell’anima. Voli charter da Dar es Salaam e aliscafi dalle località costiere o da Zanzibar.

Info: www.africanexplorer.com

(Marco Trovato)

Tanzania: spiagge di Pemba

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: