Per il 2021 l’Unione Africana sceglie arte, cultura e patrimonio

di Celine Camoin
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

“Arte, cultura e patrimonio: leve per costruire l’Africa che vogliamo” sarà il tema dell’anno 2021 dell’Unione Africana (Ua). Sarà presentato ufficialmente alla trentaquattresima Assemblea dei capi di Stato e di governo dell’Ua prevista per il 6 e 7 febbraio prossimo.

Il patrimonio culturale africano, inteso come l’espressione dei modi di vivere sviluppati da una comunità e tramandati di generazione in generazione, sarà per i prossimi dodici mesi il filo rosso nella maggior parte degli eventi organizzati dall’Ua. Usi, costumi, tradizioni, luoghi, monumenti, oggetti, musica, gastronomia, abbigliamento, lingue, letteratura, pittura e altre espressioni culturali e artistiche saranno valorizzati e considerati nelle loro potenzialità come catalizzatori per lo sviluppo socio-economico e l’integrazione del continente africano.

“I popoli africani sono pervasi dal senso della loro fondamentale unità culturale, dal senso di un destino comune, dall’identità africana e dalla coscienza panafricana. Un’Africa in cui il lavoro è un’etica e un valore chiave, in cui le donne svolgono un ruolo importante e in cui i leader tradizionali e religiosi, compresi i giovani, sono i motori del cambiamento”, afferma l’Ua in un comunicato.

Condividi

Altre letture correlate: