Congo | Nasce il respiratore 100% congolese

di Valentina Milani
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

È stato progettato e sarà realizzato interamente nella Repubblica del Congo. È un respiratore che aiuterà i pazienti colpiti da insufficienza respiratoria a causa del covid-19. Il prototipo  è stato presentato ieri a un pubblico di studenti, ricercatori e medici.

«Questo ventilatore polmonare – ha spiegato ha spiegato a Brazzaville Tsengué-Tsengué, l’inventore del ventilatore 100% made in Repubblica del Congo – fornisce assistenza respiratoria alle persone che non riescono più a respirare, completamente o parzialmente, in modo autonomo. Siamo stati ispirati da un modello che è stato sviluppato in Spagna e che ha dimostrato le sue potenzialità durante il picco dell’epidemia da covid-19 in quel Paese».

Il respiratore congolese è stato realizzato grazie alla collaborazione tra i ricercatori di Chalenge Futura, della Fondazione congolese per la ricerca medica (Fcrm) e dell’Università Marien Ngouabi.  Chiamato made in Congo, l’importante strumento è stato realizzato con materiali trovati interamente in loco, durante il periodo di confinamento durato dal 31 marzo al 18 maggio. Ora si cercano i fondi per la produzione su vasta scala.

 

Altre letture correlate:

X