Mauritania – «Non processate le donne violentate»

di Enrico Casale
Violenza di genere in Kenya

Oltre al danno la beffa. Quando una donna della Mauritania viene violentata, oltre a subire lo stupro, viene accusata di adulterio e rischia pene severe. Human Rights Watch ha chiesto una moratoria immediata del reato di adulterio per le donne vittime di violenza sessuale. Lo ha chiesto in un rapporto di 101 pagine pubblicato mercoledì 5 settembre. L’organizzazione ha denunciato il destino tragico di queste donne che pur essendo vittime, si ritrovano perseguite e, quasi sempre, non riescono a dimostrare di non essere consenzienti.

Non esistono statistiche ufficiali, ma i dati raccolti dalle Ong che operano sul territorio sono allarmanti: ci sono centinaia di casi di stupro e diverse decine di donne, anche minori, vittime di violenza sessuale sono comparse davanti a un giudice o imprigionate passando sul banco degli imputati.

Altre letture correlate:

X