Kenya | Cani contro bracconieri

di Valentina Milani
Tempo di lettura stimato: < 1 minuto

Ranger dell’unità cinofila Maseto Sampei con il loro segugio nel corso di un pattugliamento nella riserva nazionale del Masai Mara. Da dieci anni l’organizzazione non profit Mara Conservancy ha arruolato i cani per inseguire o individuare i bracconieri. Foto di Yasuyoshi Chiba

Dal Sudafrica al Kenya, dal Congo allo Zimbabwe, i cani sono sempre più impiegati in parchi e riserve per proteggere la fauna e contrastare i traffici illegali. I loro pregi? Sono infaticabili e incorruttibili.

Sul numero di luglio-agosto della rivista Africa vi spieghiamo come operano in Africa le unità cinofile antibracconaggio “K9”.

 

Altre letture correlate:

X